Relazioni con l’amministrazione

Partiamo da qui

Dove siamo arrivati? Ricapitoliamo un po’. Durante il primo consiglio regionale post referendum i consiglieri di Alpe e Pd avevano presentato, come da accordo del Comitato del Si, la proposta di un tavolo tecnico. Un luogo cioè svincolato da lacci e laccioli burocratici (nei limiti del possibile) per fare l’unica cosa che va fatta: una serie di atti concreti per portare la RD in Valle a livelli discreti, avviare la raccolta dell’organico, decidere come trattare, a freddo, l’indifferenziato rimasto. Vallevirtuosa aveva messo a disposizione fin da subito tutto il bagaglio di conoscenze e contatti acquisiti in questi anni.
La maggioranza ha bocciato, con voto palese, all’unanimità dei presenti (di maggioranza, ovvio) tale richiesta e come controproposta ha istituito una commissione speciale, 7 membri di cui due di minoranza. Le commissioni sono evidentemente composte da consiglieri, non sono quasi mai pubbliche, i verbali nemmeno e “ascoltano” esperti decisi da loro stesse. A quel punto la minoranza consiliare ha rifiutato di farvi parte.
Nel frattempo, il comitato del Si ha deciso di continuare il cammino, il solo Movimento 5stelle si è sfilato perchè inutile, a parer loro, cercare un dialogo con questa maggioranza.
Da un lato stiamo predisponendo un convegno rivolto agli amministratori locali (comuni e comunità montane) per mettere in contatto i famosi esperti con chi di rifiuti si dovrà occupare. Dall’altro stimoliamo il dibattito proponendo iniziative (lettera compostaggio domestico) andando a parlare con i Presidenti delle Comunità Montane ecc.
Ed arriviamo al Consiglio Regionale del 5 dicembre.
In mattinata si vocifera dell’offerta della presidenza alla minoranza, non sufficiente da sola a rendere questa commissione speciale qualcosa di simile ad un tavolo operativo. Nel pomeriggio, dopo varie discussioni e conclavi si arriva una soluzione giudicata soddisfacente: 7 membri di cui 3 di minoranza, la presidenza alla minoranza (proposto ed eletto Alberto Bertin), ma soprattutto la presenza del Comitato Promotore a tutte le riunioni (Fabrizio Roscio sarà sempre presente) e la pubblicità dei lavori della Commissione. Potremo seguire in diretta streaming tutti i lavori come se fosse il consiglio.
Per il Consiglio Regionale vda questa è una grossa novità.
Noi elettori abbiamo quindi motivo di moderato ottimismo, la commissione lavorerà in maniera trasparente e con la trasformazione attuale non si perderà in mesi di audizioni sul nulla ma cercherà di individuare gli atti amministrativi per far decollare la gestione dei rifiuti a freddo in Valle, fin dallo scorcio di questa legislatura e vincolando la prossima a partire immediatamente.
Vigiliamo, manteniamo altissima l’attenzione!
Il 17 novembre tutto questo era un sogno, ora stiamo discutendo di come attuarlo!

Cliccando sul logo del Consiglio, verrete reindirizzati alle registrazioni dei lavori della Commissione, chi si è perso qualcosa lo trova lì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *