Con le unghie e con i denti

Dunque, a Roma sappiamo che andranno i due che hanno detto che il piro faceva bene alla salute e che non votare era un diritto democratico. Non aspettiamoci oggettivamente nessun aiuto per l’impugnativa. Per loro ovviamente deve andare avanti e festeggeranno se la corte cost ammetterà l’incostituzionalità della legge.
Per cui tocca di nuovo a noi (se mai avessimo potuto mollare il tiro). Dobbiamo difendere il risultato referendario. Ci sarà molto da lottare. Siamo pronti?